Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra
22/09/2020 - Pubblicato in news internazionali

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-ciprioti. Gli stranieri a tenere il palcoscenico adesso sono tanti, tra cui la Turchia che assedia le acque cipriote con tre imbarcazioni da perforazione e ricerca. Duplice la posizione di Erdogan infatti, da un lato sottolineare come il mandato di estrazione del gas non possa essere concesso a compagnie straniere, dall’altro rivendicare i diritti di sfruttamento su alcune aree di mare che si sovrappongono a quelle Cipriote. Gli interessi  sui giacimenti ciprioti coinvolgono anche l’EastMed: un futuro gasdotto che dovrebbe portare il gas dal Mediterraneo orientale fino in Grecia attraverso Cipro e Creta, su cui la Turchia non è stata coinvolta. Nel frattempo un gruppo di studenti della Frederick University di Nicosia, dibatte della guerra del gas: “fanno tutto questo casino per qualcosa che è già passato, pensino piuttosto alle energie pulite, qui di sole ne abbiamo da vendere e non ce lo ruba nessuno.” Afferma uno di loro.

Fonte: La Repubblica – Stefania Di Lellis (pag. 19)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Idrogeno, Patuanelli punta sul tubo

A parte il colore , uno dei punti di frizione sulla questione degli incentivi per lo sviluppo dell'idrogeno è quella del trasporto
[leggi tutto…]

Gas, col rally dei prezzi olandesi l'Italia esporta (poco: 6 mln mc)

Con la corsa delle quotazioni del gas al Ttf olandese, che come già visto hanno superato in ottobre quelle italiane per diversi giorni, si sono visti anche piccoli quantitativi di gas esportati dall'Italia in direzione del Nord Europa
[leggi tutto…]

Aggiornamento legislativo 10-16 ottobre 2020

Monitoraggio legislativo
[leggi tutto…]